Torta Caprese

Dolce tipico di Capri, la Torta Caprese è una della torte al cioccolato più buone al mondo! La sua preparazione classica è abbastanza semplice, devo dire, per un risultato davvero eccellente!

torta-caprese

E’ ottima per chi è intollerante o allergico alla farina perchè non vi è nemmeno un grammo di farina 00! Continua a leggere

Zeppole napoletane con robiola e fragoline

Ecco una ricetta del 12 marzo scorso di “La prova del cuoco” presentata Mauro Improta durante la Gara dei cuochi che l’ha visto tra i protagonisti: si tratta di una rivisitazione della ricetta delle Zeppole di San Giuseppe (di cui abbiamo già parlato QUì).

zeppole-con-robiola-e-fragoline

Mentre nella ricetta classica abbiamo crema pasticciera ed una decorazione a base di amarene, in questa ricetta questi ingredienti vengono sostituiti con robiola e fragoline! Sicuramente anche questa versione sarà gustosa, infatti il giudice di gara sembrava decisamente soddisfatto nell’assaggiare il dolce, tanto che lo stesso Claudio Lippi ha assegnato la vittoria proprio alla squadra del Pomodoro di cui il cuoco fa parte!

Ora però finisco di dilungarmi troppo e passo ad elencarvi gli ingredienti che vi serviranno per mettervi all’opera!

Difficoltà: media

Tempo di preparazione: circa 1 h

Continua a leggere

Zeppole di San Giuseppe al forno

Dopo avervi parlato delle Zeppole di San Giuseppe fritte, adesso tocca alla versione “light” della ricetta (anche se essendo un dolce già di sui ha poco di light…): le Zeppole di San Giuseppe al forno!!

Zeppole-di-San-Giuseppe-fritte

Naturalmente poichè cambia solo qualche dettaglio non vi elencherò nuovamente gli ingredienti (potrete andare alla ricetta di quelle fritte QUì per vederli). Ecco quindi come preparare questo gustoso dolce napoletano nel forno!!

Difficoltà: media

Tempo di preparazione: circa 1 h

Vino da abbinare: spumante dolce

Continua a leggere

Zeppole di San Giuseppe

Oggi è il 19 marzo e quì in Italia si festeggiano tutti i papà (oltre ai giuseppe e alle giuseppine)!!

Un pò di storia

Questa festa è nata, per come la intendiamo oggi, agli inizi del XX secolo, dopo la nascita della festa della mamma. Secondo la tradizione, la festa fu ufficializzata nel 1910 in West Virginia: una signora, colpita dal sermone fatto in una chiesa metodista durante la festa della mamma, chiese che la festa del papà fosse resa ufficiale. Fu così la signora organizzò il 19 giugno 1910 la prima festa del papà (scelse questa data perchè era il giorno del compleanno del padre, veterano della guerra di secessione).

La data dei festeggiamenti varia di paese in paese però: per quelli che seguono la tradizione statunitense, la festa si tiene la terza settimana di giugno; in molti paesi di origine cattolica invece si tiene il 19 marzo, giorno in cui cade la festa di San Giuseppe, padre putativo di Gesù; in altri paesi la festa è invece associata ai padri nel loro ruolo nazionale, come in Russia dove viene celebrata come la festa dei difensori della patria.

In cucina

Ma in questo articolo non voglio parlarvi solo delle origini della festa, ma soprattutto del dolce più diffuso nelle regioni del centro-sud, cioè le zeppole di san giuseppe, che prendono il nome proprio da questa festa: questo dolce buonissimo, ha origini nell’antica Roma ed era usato durante i festeggiamenti dei Liberalia, che si tenevano proprio nel periodo di marzo.

Come saprete, questi dolci hanno una base simile a quella dei bignè e sono farcite di crema pasticciera (infatti le adoro!!) e possono essere sia fritte che cotte al forno. Naturalmente ogni regione ha la sua variante: per esempio a Napoli sopra la crema pasticciera si mettono delle amarene per guarnire, mentre invece nel Salento al posto delle amarene troviamo un ciuffo di crema al cacao (inoltre vengono cotte nello strutto, la cosiddetta sugna, e non nell’olio). Invece in Calabria abbiamo due versioni: la versione di Reggio Calabria (Zippuli ca’ ricotta), consiste in dei piccoli bignè preparati con farina, zucchero, uova, vanillina e strutto farciti con ricotta, zucchero, cannella, limone grattugiato e zucchero a velo; le zeppole di Cosenza vengono invece preparate con margarina, farina, uova, crema e amarene candite. Naturalmente ne esistono molte altre versioni ma non sto quì a dilungarmi su questo aspetto.

In questa occasione mi occupo infatti della preparazione delle zeppole classiche, cioè quelle fritte di Napoli: spero vi piaceranno!! Ho usato la ricetta che ho trovato sul blog di Ballina (quindi la ringrazio per la preziosa ricetta!).

Difficoltà: media

Tempo di preparazione: circa 1 h

Vino da abbinare: spumante dolce

Continua a leggere