Muffin alla zucca

E' vero: ultimamente sono sparita un pò da internet in generale! Ma credo che a tutti capiti di stancarsi… [continua]

Muffin alla zucca Muffin alla zucca

Salame di cioccolato al panettone

Come ho detto nell'articolo della "Torta Pandoro" le feste di Natale sono finite da un pezzo, ma sicuramente… [continua]

Salame di cioccolato al panettone Salame di cioccolato al panettone

Teschi di zucchero

Oggi approfitto dell'imminente festa di Halloween per inaugurare due nuove sezioni del mio sito: quella… [continua]

Pappardelle con ricotta e verdure

Dopo un lungo lavoro di restauro, ecco finalmente il nuovo sito di Pillole Culinarie!! Cosa ne pensate?… [continua]

Pappardelle con ricotta e verdure Pappardelle con ricotta e verdure

Tiramisù

Curiosità Il tiramisù è un dolce al cucchiaio fatto di biscotti inzuppati nel caffè e crema di mascarpone.… [continua]

Tiramisù Tiramisù

Cozze gratinate

Anche se con un pò di ritardo, vi riporto una ricetta che ha fatto parte della mia cena di capodanno.… [continua]

Cozze gratinate Cozze gratinate

Frutta e verdura di stagione

Vi siete sempre chiesti se quello che comprate è di stagione e quindi se lo pagate ad un prezzo equo?… [continua]

Frutta e verdura di stagione Frutta e verdura di stagione

Besciamella

Un pò di Storia:

Salsa di base per piatti più elaborati, la besciamella è una delle salse più usate della cucina francese ed italiana (ma è anche diffusa nel mondo anglosassone dove è nota col nome di “Salsa bianca”). Originariamente la besciamella era ottenuta con una lenta cottura di latte, spezie, crema e brodo di carne mescolate, oggi invece si prepara versando un roux, un impasto di burro e farina cotti nel latte caldo o freddo (roux caldo o freddo) e fatti bollire finchè la salsa non diventa densa (la densità dipenderà dalle proporzioni tra farina e burro presenti nel roux e dal tempo di cottura).

Per vedere la comparsa del nome “Besciamella”, bisognò aspettare il 1651 quando François Pierre de La Varenne, cuoco di Luigi XIV, pubblicò il ricettario “Le cuisinier française”, testo fondativo della cucina francese, in cui chiamò così la ricetta per onorare il cortigiano Loius de Béchameil, il probabile creatore.

Ma tutt’ora molti sostengono che la salsa abbia invece origini italiane e che sia una derivazione della toscana “Salsa colla” che fu esportata in Francia da Caterina de’ Medici.

In Italia la besciamella è molto usata nella cucina emiliana, terra natia di molti piatti popolari basati su questo ingrediente: le lasagne, i cannelloni, le diverse varietà di pasta al forno, la pasta ai 4 formaggi e il timballo, ma anche per insaporire piatti di carne al forno, pesce, soufflè, verdure lesse o per guarnire i famosi “vol-au-vent”. Ha usi svariati grazie al suo gusto delicato e allo stesso tempo singolare, infatti si presta bene anche per la preparazione di pasticci di verdure, torte e primi piatti salati. Insomma potete usarla per le ricette più fantasiose! Poi esistono anche alcune varianti della besciamella: sono la salsa Mornay, la salsa Nantua e la salsa Soubise.

Ma passiamo alle cose serie!!

Naturalmente finora vi ho un pò annoiati parlandovi di queste curiosità sulla ricetta di oggi, ma spero di non essermi dilungata troppo e di non aver provocato una fuga in massa di tutti i miei affezionati lettori!!

Ho pensato di pubblicare la ricetta perchè penso che non sempre sia bello cucinare le proprie pietanze con ingredienti ricchi di conservanti e sostanze chimiche quindi, quando è possibile (tempo permettendo..), preferisco preparare da me la besciamella (come pure altri ingredienti base)!! Ora però basta dilungarsi e vediamo di passare alla ricetta!

Difficoltà: molto bassa

Tempo di preparazione: 35 minuti

Ingredienti (per 4 persone, cioè 1 l di salsa):

  • 100 gr di burro;
  • 1 l di latte;
  • noce moscata;
  • sale;
  • 100 gr di farina.

Continua a leggere Besciamella

Uova sode ripiene alla maionese

Ecco una ricetta che mi ha fatto provare una volta una mia grande amica.

Oggi ho voluto riproporla al mio ragazzo, però avendo trovato questa ricetta ho applicato alcune piccole varianti alla ricetta originale! E devo dire che ho notato piacevolmente un gusto più forte e speziato (anche perchè la mia amica non aveva messo alcuna spezia). Facendo comunque i complimenti a lei e alle sue grandi doti da “chef”, vi riporto la ricetta che ho seguito e alla fine anche quella originale!

Difficoltà: bassa

Tempo di preparazione: 25 minuti

Ingredienti (per 4 persone):

  • 6 uova;
  • 2 cucchiai di maionese;
  • 1 cucchiaino di senape di Digione;
  • 10 gr di prezzemolo;
  • paprica o peperoncino in polvere;
  • sale.

Continua a leggere Uova sode ripiene alla maionese

Torta mimosa

Come voi tutti saprete, l’8 marzo è la “festa delle donne“.  Originariamente questa festa nazionale serviva a ricordare non solo le conquiste sociali, politiche ed economiche di noi donne, ma anche le discriminazioni e le violenze che in molte parti del mondo ancora esse subiscono. Purtroppo questo giorno è ormai diventato una festività puramente commerciale, ma spero che per tutte voi non sia così: infatti oggi ho preferito rimanere a casa piuttosto che uscire e sopportare la presenza di quelle “pazze maniache” che sfruttano la festa per farsi riempire di attenzioni e per vedere uno spogliarello!

Ho preferito rimanere a casa, stare in compagnia delle mie amiche e gustarmi una bella fetta di “torta mimosa“, dolce che porta il nome del fiore simbolo di questo giorno dedicato a tutte le donne che hanno lottato per i nostri diritti! Vi riporto quì la ricetta..spero sia di vostro gradimento!

Curiosità: questa torta è chiamata così perchè ricoperta di pezzetti di pan di spagna che ricordano le mimose. Questo fiore che sboccia ai primi di marzo, fu scelto come simbolo della festa della donna in Italia, dalle femministe italiane dell’ UDI (Unione Donne Italiane) che nel 1946 organizzarono la prima festa della donna del Dopoguerra. Probabilmente il dolce nacque proprio in concomitanza di questa scelta e poichè la mimosa, che è un fiore velenoso, non può essere usato come ingrediente, allora si è scelto di riprodurne le sembianze usando il pan di spagna tagliato a pezzetti.

Naturalmente vi sono molte varianti di questa ricetta poichè possono cambiare sia il tipo di frutta che lo sciroppo utilizzati, ma io ho usato l’ananas che personalmente adoro!

Difficoltà: bassa

Tempo di preparazione: 2 ore ca.

Costo: basso

Ingredienti (per 8 persone):

Per il pan di spagna:

  • 75 gr di farina;
  • 150 gr di zucchero;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 5 uova;
  • 75 gr di fecola di patate;
  • sale.

Per la crema pasticcera:

  • 4 uova;
  • 90 gr di zucchero semolato;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 1/2 l di latte;
  • 60 gr di farina setacciata.

Per guarnire:

  • ananas sciroppato;
  • 1 bicchierino di Gran Marnier;
  • succo dell’ananas sciroppato;
  • 200 ml di panna montata.

Continua a leggere Torta mimosa

Pan di Spagna

Volevo preparare una torta, ma in mancanza del pan di spagna e di negozi aperti nelle vicinanze, mi sono armata di buona volontà, degli ingredienti giusti e ho preparato la base per il mio dolce!

Naturalmente vi avverto che non è molto semplice da preparare per quelle che non hanno molta dimistichezza coi dolci, infatti le mie amiche ci hanno rinunciato dopo la prima sconfitta, ma per fortuna ho seguito la ricetta dettatami al telefono da mamma, alcuni piccoli accorgimenti ed è andato tutto liscio come l’olio!

Il pan di spagna, come ben saprete, è la base per la preparazione di torte farcite di crema e per molte comuni preparazioni (un esempio è la zuppa inglese). Come strumenti avete bisogno di una terrina, una frusta, un setaccio e una teglia rotonda del diametro di 24 cm. Ecco come procedere! Nel caso abbiate dei problemi contattatemi pure!

Difficoltà: bassa

Tempo di preparazione: 1 ora

Costo: basso

Ingredienti (per 6 persone):

  • 75 gr di farina;
  • 150 gr di zucchero;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 5 uova;
  • 75 gr di fecola di patate;
  • sale.

Continua a leggere Pan di Spagna

Pagina 40 di 54« Prima...102030...3839404142...50...Ultima »