Le ricette di carnevale

 Curiosità sul Carnevale

La parola “Carnevale” ha origini molto antiche e più precisamente deriva dal latino carmen, che significa levare, togliere la carne. Indica il periodo che precede la Quaresima, in cui, secondo la tradizione religiosa, non si può mangiare carne: è per questo motivo che ai tempi dei romani si celebravano i carnesciali, grandi banchetti che precedevano il digiuno. La festa di Carnevale nei paesi cattolici, ha inizio con la Domenica di Settuagesima (la prima delle sette che precedono la Settimana Santa secondo il calendario Gregoriano) e finisce con il Martedì Grasso, che è il giorno in cui si festeggia maggiormente, prima che inizi il periodo Quaresimale con il Mercoledì delle Ceneri.

Nel 2011 avremo il Carnevale più “alto” del secolo.La Pasqua, infatti, cadrà il 24 aprile (la data massima possibile è il 25 aprile) quindi Martedì Grasso coinciderà con la festa della donna l’8 marzo, infatti il Carnevale inizierà il 20 febbraio.

Ma il Carnevale ha origini che precedono l’epoca romana, infatti possiamo vederne i primi esempi già in epoca Egizia quando si festeggiava in onore della Dea Iside, in epoca greca quando si celebravano le “Grandi Dionisiache” in onore del Dio Bacco, per arrivare all’epoca romana, dove con i Saturnali si sospendevano le leggi in vigore. E’ quest’ultima usanza che ha dato vita all’usanza di mascherarsi durante il Carnevale.

Ancora oggi infatti la maschera è fondamentale e questa festa è diventata talmente importante, che alcuni carnevali italiani sono diventati famosi in tutto il mondo: un esempio sono il Carnevale di Cento, Acireale, Putignano, Ivrea e Milano, ma quelli più importanti sono il Carnevale di Viareggio ed il Carnevale di Venezia! In tutta Italia sfilano carri allegorici con maschere e vestiti tradizionali di Carnevale, festeggiano grandi e bambini, con feste in piazza e nei locali, dove spesso organizzano concorsi per premiare i costumi più originali e belli!

Naturalmente non possono mancare le maschere tradizionali italiane!

Queste sono davvero tante e sono nate con la Commedia dell’Arte del Cinquecento e ciascuna è originaria di una particolare città: Arlecchino e Brighella, maschere originarie di Bergamo, Pantalone e Colombina (Venezia), Pulcinella (Napoli), Ballanzone (Bologna), Gianduia (Torino), Rugantino (Roma), Meneghino (Milano).

Le ricette

Ma cos’è una festa senza i suoi dolci tipici? Ecco di seguito un elenco di ricette dolci e salate che potrete portare in tavola per fare la gioia di grandi e piccini durante questa festività!

Dolci

Salate:

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *