Bomboloni al cioccolato

Dopo avervi presentato la ricetta dei “Mini bomboloni alla crema“, oggi voglio parlarvi di quelli preparati da Salvatore De Riso alla trasmissione “La prova del cuoco” di qualche giorno fa: i “Bomboloni al cioccolaccio (o al cioccolato)“! Ed immagino che dopo il successo che ha avuto la ricetta di quelli alla crema, questi al cioccolato accontenteranno tutti voi! Specie in questi ultimi giorni di Carnevale!!

Beh, nell’altro articolo vi ho parlato abbastanza dei bomboloni e delle loro origini (se qualcuno se l’è perso può cliccare nel primo rigo sul titolo e leggerlo), quindi bando alle ciance e passiamo a questa nuova, deliziosa ricetta!!

Difficoltà: media

Tempo di preparazione: 60 minuti + 3 h circa di lievitazione e cottura

Ingredienti:

per i bomboloni:

  • 1 kg di farina ricca di glutine;
  • 400 gr di acqua;
  • 50 gr di lievito di birra;
  • 10 gr di sale;
  • 200 gr di burro a temperatura ambiente;
  • 4 tuorli d’uovo + 2 uova intere;
  • 50 gr di latte condensato;
  • 50 gr di zucchero vanigliato;
  • buccia di 1 arancia e di 1 limone grattugiate;

per la crema al cioccolato:

  • 450 gr di acqua;
  • 65 gr di polvere di cacao;
  • 38 gr di amido di riso;
  • 150 gr di zucchero;
  • 100 gr di latte condensato;
  • 1 cucchiaio di burro;
  • 70 gr di cioccolato fondente.

per friggere: olio di semi di arachidi;

per guarnire: zucchero semolato.

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria (ma potete anche usare un mixer), versate l’acqua, le uova ed i tuorli e dopo aver mescolato per un pò aggiungiamo il latte condensato, lo zucchero vanigliato, il lievito di birra, le buccie grattuggiate, il sale e mescoliamo ancora il tutto. Aggiungiamo pian piano metà farina e continuiamo a mescolare in modo che si amalgami bene il tutto. A questo punto uniamo il burro e, dopo aver mescolato per qualche altro minuto, versiamo la farina rimanente e mescoliamo per altri 10 minuti circa in modo che l’impasto risulti liscio e setoso.

Adesso mettiamo in una bacinella l’impasto, ricopriamolo con la pellicola trasparente e facciamolo lievitare in un luogo tiepido finchè il suo volume non si sarà raddoppiato, cioè per circa 2 ore.

Nel frattempo possiamo preparare la nostra crema al cioccolato mettendo a bollire in una pentola. In un’altra pentola (deve essere abbastanza capiente) versiamo il cacao amaro, l’amido di riso, lo zucchero, il latte condensato e mescoliamo bene. Quindi versiamo nella pentola l’acqua bollente e mescoliamo ancora, per poi mettere qualche secondo la pentola sul fuoco a bollire ed unire il burro ed il cioccolato fondente. Togliamo la pentola dal fuoco e versiamo la nostra crema in una ciotola dove faremo sciogliere il cioccolato ed il burro mescolando con una frusta. Fate riposare e raffreddare il tutto.

Quando la lievitazione della pasta per i bomboloni sarà finita, riprendiamo il panetto, lo tiriamo con l’aiuto di un mattarello ed usando un coppapasta ritagliamo dei dischi che faremo riposare, coperti con la pellicola trasparente, per altri 45 minuti su un vassoio ricoperto di carte forno oppure su un ripiano di legno (i ritagli di pasta dovete riunirli tra loro e rilavorarli, stenderli un’altra volta e poi ritagliarli in dischi).

A questo punto friggiamo i nostri bomboloni con olio caldo a 180°, facendoli dorare da entrambi i lati (se al centro rimane una linea bianca non preoccupatevi perchè devono venire così). Li facciamo scolare su un vassoio con carta assorbente e li farciamo con una sac à poche che avremo riempito con la nostre crema, li passiamo nello zucchero semolato e li serviamo!

Possiamo anche servire la nostra crema al cioccolato in delle cocotte (ciotoline) con sopra dei pinoli, scorza di cedro ed una spolverata di cannella! Insomma è una vera goduria per i golosi questa ricetta!! Ve lo assicuro!! Quindi provatela e fatemi sapere!

Ed ora torno ai miei libri..buona giornata a tutti voi e come sempre…

BUON APPETITO!!

 

Related Posts with Thumbnails

7 pensieri su “Bomboloni al cioccolato

  1. Pingback: Le ricette di carnevale

    • Il latte condensato è un prodotto facilmente reperibile al supermercato in lattina o nei pratici tubetti erogatori (sembrano quelli del dentifricio). Come senz\’altro saprai, è un prodotto animale e quindi è ricco d\’acqua: ebbene, il latte \”condensato\” è semplicemente latte a cui viene sottratta l\’acqua che faceva parte della sua composizione (il principio è simile a quello dei cibi liofilizzati). E\’ per questo motivo che il latte condensato si presenta denso e giallognolo: manca la componente acquosa che lo rendeva naturalmente liquido e più chiaro. In genere viene anche debitamente sterilizzato: questo fatto, associato al ridotto contenuto d\’acqua, lo rende più durevole nel tempo.
      Devi sapere che se versi in un bicchiere una piccola porzione di latte condensato e poi ci aggiungi dell\’acqua, ottieni del latte \”classico\” già pronto per essere bevuto.
      In cucina si usa solitamente per preparare anche alcuni flan e dolci vari, ma può essere sostituito con altri ingredienti (poi farò un articolo a riguardo vista la tua domanda). :) Torna a trovarmi presto!! Ciaoooo

    • :-p si sono molto buoni..ma sono deleteri per la dieta..hahahhaha.. :D Provali e fammi sapere se hai qualche suggerimento! ;-) Ciaoooo e a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *