Farfalle con crema di parmigiano e zucca

Ecco un primo veloce e sfizioso tipico delle parti di Cremona. Un piatto golosissimo che piace anche a chi non ama molto la zucca, infatti conquista chiunque con le decorazioni fatte di petali di zucca un pò abbrustoliti, resi più dolci paradossalmente dai chicchi di sale che danno un contrasto molto gustoso e poi sono belli da vedere!

farfalle-con-crema-parmigiano-e-zucca

Le farfalle poi stanno molto bene con questa fonduta di Parmigiano, molto delicata, che fa piacere questo piatto sia agli adulti che ai bambini, perchè non ha un  sapore forte come lo può avere una vera fonduta fatta con la fontina. Un piatto davvero buono e gradevole da servire a tavola!

Difficoltà: bassa

Tempo di preparazione: 35 minuti circa

Ingredienti (per 3 persone):

  • 200 gr di zucca;
  • 300 gr di pasta

per la crema di Parmigiano:

  • 2 tuorli d’uovo;
  • 70 gr di Parmigiano;
  • 200 ml di panna fresca;
  • rosmarino;
  • sale e pepe qb.

Preparazione:

Tagliamo la zucca in fettine abbastanza sottili (mezzo centimetro circa) e posizionamole su una teglia foderata con la carta forno. Tritiamo qualche ago di rosmarino e lo spolveriamo sulla zucca. Saliamo con del sale grosso e condiamo con un filo d’olio ed inforniamo a 180° per circa 10 minuti, finchè i bordi non iniziano a scurirsi un pò.

Adesso prepariamo la nostra crema al Parmigiano! Sbattiamo in una pentola i due tuorli con il Parmigiano (ma se non ce l’avete va bene anche il Grana Padano), usando una frusta a mano. Uniamo la panna fresca e continuiamo a mescolare però su fuoco dolcissimo finchè la crema non si addensa.

Nel frattempo lessiamo la pasta. Appena la salsa sarà pronta, aggiungiamo un pizzico di sale ed un pizzico di pepe, scoliamo la pasta e mettiamo insieme tutti gli ingredienti: mescoliamo la nostra pasta insieme alla crema al parmigiano in una ciotola, versiamo ogni porzione nel piatto e completiamo con i nostri petali di zucca, una spolverata di Parmigiano ed un pizzico di pepe!

 

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *